I 5 MOTIVI DI VIAGGIO

LO SPETTACOLO ARCHITETTONICO

01
Dal Parlamento di Budapest, imponente fusione di gotico, barocco e rinascimentale, al Castello di Buda, sede del palazzo reale che domina la collina, fino alla Grande Sinagoga, Budapest è un compendio di stili da ammirare. In piazza Szervita, o anche a Buda in piazza Pasaréti, è possibile trovare edifici in stile Bahuaus. Le tracce turche sono rintracciabili nei famosi impianti termali che l'hanno resa celebre nel mondo. La Budapest liberty si riscontra invece nel Lipótváros e nel Parco comunale. Ma la città è grande, e in ogni dove disseminata di capolavori stilistici che ne raccontano il glorioso e movimentato passato.

L’ENERGIA CREATIVA

02
Se Buda sfoggia le meraviglie del glorioso passato, Pest mostra quello proiettato al futuro: moderna e innovativa, è il cuore pulsante della creatività ungherese. Passeggiando per le strade si incontrano piccoli atelier di stilisti emergenti e botteghe di giovani artisti, che si snodano attorno al Duomo di Santo Stefano fino al Museo etnografico e alla Casa del Terrore. La città è poi conosciuta per i suoi festival, come il Cafè Budapest, di respiro internazionale e con un programma culturale che detta tendenze in tema di creatività.

PATRIMONIO ARTISTICO

03
Il Museo di Belle Arti di Budapest conserva un patrimonio artistico inestimabile. Si va dalle collezioni delle antichità greco-romane a quelle egizie, oltre alle opere di grandi pittori come Giotto, Tiepolo, Raffaello, Tiziano, Goya, dei più famosi impressionisti e dei più importanti esponenti del panorama contemporaneo. Imperdibile anche la Galleria Nazionale Ungherese, situata all’interno del Palazzo Reale. Ma la città intera profuma d'arte: le gallerie punteggiano la capitale ungherese e le chiese custodiscono molti capolavori dell'arte nazionale. I più curiosi non possono mancare la visita al Museo della metropolitana, dove sono conservati immagini e reperti della “underground” più antica d'Europa.

EREDITA’ TERMALE

04
Furono i romani a fondare "Aqiuncum", un sistema di terme di cui rimangono ancora le tracce in diversi luoghi di Óbuda. Oggi, come allora, la città è la regina dell'acqua tanto da meritarsi, nel 1934, l'appellativo di "città termale", la sola in Europa. Tra i bagni termali più noti spiccano i bagni Széchenyi, Lukács, Rudas, Király e Gellért, tutti unici per architettura e atmosfera.

LA PERLA DEL DANUBIO

05
Il fiume scorre con grazia, accarezzando le due anime della città, Buda e Pest, e offrendo panorami suggestivi, che le sono valsi l’appellativo di "Perla del Danubio”. Lungo il percorso s’incontra la bella Isola di Margherita, il luogo preferito dagli abitanti che cercano qualche ora al riparo dallo smog o vogliono immergersi nelle acque termali. Da Budapest, seguendo a nord il corso del Danubio, si raggiunge la grande ansa del fiume con un paesaggio straordinario che un tempo era il Limes romano.