New York Cafe

È il cuore pulsante dell’Hotel: come un prezioso scrigno disposto su quattro piani, conserva le decorazioni che lo hanno reso celebre in tutto il mondo.

Il soffitto è adornato con meravigliosi affreschi di Gusztav Mannheimer e Ferenc Eisenhut, della metà dell'800. Sontuosi lampadari veneziani diffondono una luce magica, stucchi dorati ricoprono le colonne tortili: l’effetto è incantato e incantevole.

Entrare nel NewYork Café significa fare un salto all'indietro: lo sfarzo, l'opulenza e la raffinatezza avvolgono completamente i visitatori. Più tempo si trascorre in queste sale, più si è rapiti dal fascino della Belle Epoque.

Mentre all’esterno i Luciferi di bronzo, simboli di spirito artistico, ricordano i tanti pittori, attori e intellettuali che sono da sempre abituali frequentatori del Café, all’interno è possibile apprezzare sia la proverbiale cordialità dei camerieri che le delizie proposte dal barman o dagli chef.

È un pezzo prezioso di Budapest e della vita letteraria ungherese, ai tempi sede ufficiale della rivista “Nyugat”.

Un aneddoto narra che il famoso scrittore Ferenc Molnár, il giorno dell’inaugurazione, gettò nel Danubio le chiavi del Café affinché non chiudesse mai.

Menus (pdf)